AZIENDA
home > azienda > la storia

Come nasce l'azienda

Nell'Aprile del 1998, il Comune di Perugia da vita alla Minimetro' S.p.A., Società per azioni a capitale pubblico maggioritario. Il compito della neonata azienda è quello di progettare, realizzare e gestire una metropolitana leggera, chiamata Minimetrò, quale sistema innovativo ed alternativo di mobilità urbana relativamente al percorso Pian di Massiano-Monteluce, per una lunghezza totale Metri Lineari 3863,2 e dal costo complessivo dell'opera pari a £. 156 Miliardi.

Nello stesso periodo, il Socio privato della Società mista pubblico-privato viene individuato dal Comune di Perugia attraverso Avviso di Gara pubblica – con procedura negoziata - (aprile 1998). Tutto questo avviene grazie all'adozione di due atti fondamentali: la delibera del Consiglio comunale n. 71 del 20 aprile 1998 e quella della Giunta comunale n. 324 del 21 aprile 1998.

Con l'Accordo di Programma sottoscritto in data 12.12.1997 tra il Ministero per le Aree Urbane, il Ministero dei Trasporti e della Navigazione, Il Presidente della Giunta regionale dell'Umbria e il Sindaco del Comune di Perugia, veniva riconosciuto al Comune di Perugia, da parte dell'Amministrazione centrale dello Stato, l'importo di £ 37,4 Miliardi, pari al 50% del costo relativo alla realizzazione del primo tratto della Metropolitana leggera: Pian di Massiano-Piazzale della Cupa (costo complessivo £ 74,8 Miliardi).

torna su ^

Come nasce il progetto

Successivamente veniva rilevata l'esigenza di prolungare il percorso del Minimetrò al centro storico prevedendo la prosecuzione del I° tratto da Piazzale della Cupa a Pincetto Centro per assicurare una massima fruibilità del sistema.
Tale scelta trovava riscontro nel successivo Accordo di Programma sottoscritto in data 23 ottobre 1998. Veniva così prevista, oltre alla realizzazione del 1° stralcio dei lavori (Pian di Massiano-Cupa), anche l'anticipazione di un primo tratto del 2° stralcio dell'opera (Piazzale della Cupa-Monteluce), denominato Piazzale della Cupa-Pincetto Centro sulla base della quale veniva adeguata la spesa complessiva dell'opera a £ 114,8 Miliardi di cui il 60% pari €35.573.551,21) finanziati dallo Stato (Dip.to Aree Urbane e Ministero dei Trasporti) ed il restante 40% (pari a € 23.715.700,81) a carico del cofinanziamento privato.

L'intera progettazione dell'opera, coerentemente con le previsioni del vigente Piano Regolatore Generale, sottoposta a procedura di Valutazione Impatto Ambientale (VIA), raccoglie il giudizio favorevole della Regione Umbria che ne certifica la compatibilità ambientale (Determinazione Dirigenziale n. 8115 del 4/10/2000) e la conseguente autorizzazione rilasciata ai sensi di legge dalla Soprintendenza ai Beni Ambientali, Artistici e Storici dell'Umbria.
Il progetto, nel febbraio 2001, viene approvato dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE).

torna su ^

Gli ultimi nulla-osta

Nel maggio 2001 il Ministero dei Trasporti rilascia il nulla-osta tecnico ai fini della sicurezza, subordinatamente alle prescrizioni indicate nello stesso, relativamente al progetto definitivo delle opere civili e impianti civili connessi al Minimetrò.

Nel Luglio 2001 il Comune di Perugia, con propri atti di Giunta, provvede all'approvazione tecnico-economica del progetto definitivo per le opere civili e delle modalità relative alla fase espropriativa delle aree necessarie interessate dai cantieri per la realizzazione dell'opera.

Allo stesso modo, il Ministero Infrastrutture e Trasporti, nel mese di settembre 2002, provvede al nulla osta tecnico ai fini della sicurezza, espresso con condizioni, delle opere tecnologiche del Minimetrò (binari, vetture, impianti di sicurezza etc…), nonché il definitivo parere favorevole all'approvazione tecnico-economica, di competenza del Comune di Perugia, dell'intero progetto definitivo per le opere civili e per le opere tecnologiche (ai sensi dell'art. 13 Legge 472/99).

torna su ^

I lavori possono partire

Il Progetto definitivo (opere civili e tecnologiche) del Minimetrò tratto Pian di Massiano-Pincetto Centro, viene pertanto approvato dalla Minimetrò S.p.A e dal Comune (ottobre 2002) conformemente all'iter procedimentale delineato dal Ministero per l'importo complessivo di € 60.716.516,77.

Successivamente il Progetto viene adeguato sulla base delle prescrizioni ministeriali, delle indicazioni dell'arch. Jean Nouvel, cui è affidata da Minimetrò S.p.A. la direzione artistica della progettazione, delle indicazioni sulle opere tecnologiche apportate dalla Leitner, della lieve rettifica di alcuni tratti di tracciato per meglio uniformarlo al contesto urbano di riferimento e sulla base della previsione di un ascensore inclinato idoneo per soggetti a ridotta capacità motoria, ai fini del superamento delle barriere architettoniche (Stazione Pincetto).

Il tutto porta la previsione di spesa complessiva dell'opera a € 71.006.000,00.

In data 4 novembre 2002 Minimetrò S.p.A. ha provveduto alla consegna dei lavori relativi alle opere civili ai Direttori dei Lavori. I lavori partono.

torna su ^

Fonti

  • Accordo di Programma Ministero Trasporti, Ministero Lavori Pubblici, Regione Umbria e Comune di Perugia del 12/12/1997.
  • Bando di gara pubblico del 24/04/1998.
  • Accordo di Programma Ministero Trasporti, Ministero Lavori Pubblici, Regione Umbria e Comune di Perugia del 23/10/1999.
  • Atto costitutivo e statuto della Minimetrò S.p.A.
  • Accordo di Programma Ministero dei Trasporti, Ministero Lavori Pubblici, Regione Umbria e Comune di Perugia del 23/10/1999.
  • Consiglio Comunale di Perugia n. 71 del 20/04/1998.
  • Giunta Comunale di Perugia n. 324 del 21/04/1998.
  • Giunta Comunale di Perugia n. 621 del 31/10/2002 recante “Approvazione del progetto definitivo opere civili e tecnologiche Minimetrò”.
Minimetro S.p.A. - logo | Tutti i diritti riservati © 2005 Minimetrò S.p.A.