PERUGIA E IL MINIMETRO'
home > Perugia e il Minimetr˛ > la mobilità a Perugia

Le ragioni della scelta del Minimetrò

Il Minimetrò è la risposta all'esigenza di andare oltre lo schema classico dei trasporti a Perugia, in cui tutti gli assi di collegamento convergono sul Centro Storico, oltre la logica di traffico convergente al centro con un sistema di trasporto pubblico alternativo alla gomma in grado di realizzare una vera e propria rete di collegamenti in città di carattere intermodale.

All'inizio degli anni '80 sotto la pressione del traffico automobilistico nel centro storico con il conseguente inquinamento, l'amministrazione comunale comincia a progettare la chiusura parziale del centro al traffico privato.

Fu subito evidente come ciò non fosse realizzabile senza la creazione di un accesso alternativo al centro stesso: si progettò la costruzione di parcheggi di scambio intorno alle mura ed un serie di percorsi meccanizzati che li collegassero al centro della città.

Vennerò così realizzati dei sistemi di trasporto pubblico su sede fissa: le scale mobili, nate come trasporto interno agli edifici, divengono un trasporto pubblico alternativo con interi percorsi meccanizzati che permettono l'accesso al centro storico senza ricorrere ad autobus e auto private. Si costituisce così una raggera intorno alla città che insieme ad alcuni ascensori, convoglia la mobilità verso il centro.

Per i collegamenti con le zone periferiche e con più bassa frequenza rispetto agli autobus di linea, si ricorse anche ai minibus associandogli la caratteristica della corsa su chiamata. Questa esperienza perché non alternativa al traffico su strada e sempre comunque legata ad una mobilità unidirezionale con il centro.

torna su ^

Il Minimetrò nel sistema di trasporti perugino

L'auto potrà quindi essere messa in rete con autobus e ferrovie, tramite un sistema (il Minimetrò) che permetta di collegare i vari mezzi senza disagevoli cambiamenti di mezzi di trasporto, lenti e talvolta inadeguati. Il Minimetrò, quindi, si presenta come le scale mobili, un mezzo che funziona con continuità, con minimi tempi di attesa, ed in grado di collegare i vari sistemi in punti strategici della città.

Il Minimetrò ha i vantaggi della scala mobile, ma può collegare varie direzioni: si pensi alla stazione di partenza di Pian di Massiano ( dove un nuovo parcheggio intercetta le auto alla periferia della città e non più alla cintura delle vecchie mura urbiche), quella di Fontivegge con il collegamento ai treni, il Pincetto con l'accesso diretto al Centro Storico, il collegamento con S. Anna (attraverso adeguati percorsi meccanizzati), per intercettare la futura metropolitana di superficie FCU proveniente da P. San Giovanni, e Porta Pesa con i quartieri a Nord e Monteluce con la zona Est, da riorganizzare dopo il trasferimento dell'ospedale.

Minimetro S.p.A. - logo | Tutti i diritti riservati © 2005 Minimetrò S.p.A.