AZIENDA
home > azienda > mission aziendale

Mission Aziendale

L'obiettivo di Minimetrò Spa è chiaro ed importante: realizzare un sistema di trasporto di massa alternativo a quello su gomma con tecnologie fortemente innovative (metropolitana leggera), che consenta di raggiungere in tempi rapidi zone strategiche della città (da Pian di Massiano a Monteluce).

Un'opera importante per Perugia che, a 30 anni di distanza dalla creazione delle scale mobili, potrà nuovamente diventare punto di riferimento in Italia ed in Europa per le soluzioni che adotta nel campo della mobilità alternativa.

Minimetrò Spa è l'azienda che realizzerà tutto questo.

| Che cos'è il minimetrò |
| Il sistema integrato dei trasporti |
| In sintesi |

Che cos'è il Minimetro.

Il Minimetrò è un sistema di tipo alternativo ai sistemi tradizionali di trasporto pubblico collettivo che collegherà con la prima tratta Pian di Massiano a Pincetto e, con la seconda, S. Anna con Pincetto e Monteluce.

Tale sistema è definito “metropolitana leggera” per le sue caratteristiche di agilità, minimo ingombro e facile inserimento nel contesto cittadino particolarmente indicato per una città a forte impronta storica come Perugia.

Il Minimetrò si pone l'obiettivo strategico di ridurre il traffico su gomma (pubblico e privato) e, quindi, le emissioni inquinanti (acustiche e atmosferiche), limitare i consumi energetici, evitare i danni ai beni storico – artistici;

Inoltre, il Minimetrò connetterà in modo efficace parti di città oggi separate da infrastrutture inadeguate, garantirà ed incrementerà la mobilità pedonale, per realizzare la piena integrazione dei sistemi locali di trasporto pubblico: FS, Umbria TPL e Mobilità, Minimetrò, Sipa e scale mobili.

torna su ^

Il sistema integrato dei trasporti

Il Minimetrò non è solo uno strumento della città; esso rappresenta una dorsale nel trasporto ad alta capacità che connette tutte le reti. L'attestamento del sistema nel più grande parcheggio di scambio di Perugia (Pian di Massiano), l'intermodalità spinta con il treno e con l'autobus che si viene a realizzare nel grande snodo di Fontivegge, per il primo stralcio, e S. Anna per il secondo, garantiscono il sistema come grande opportunità per tutta l'Umbria.

Il previsto raddoppio della P.S. Giovanni - S. Anna permetterà la messa in esercizio di convogli con frequenza variabile tra 5 e 10 minuti nell'ora di punta raggiungendo, quindi, capacità di trasporto dell'ordine delle migliaia di persone in una sola direzione.

Il Minimetrò si inserisce, quindi, all'interno di una strategia trasportistica coerente sia con le scelte di mobilità urbana a suo tempo realizzate (percorsi meccanizzati, ascensori, scale mobili), sia con gli obiettivi urbanistici adottati dal Nuovo Piano Regolatore Generale.

torna su ^

In sintesi

Punti di forza del progetto Minimetrò
1) Rapidità degli spostamenti.
2) Garanzia di puntualità.
3) Assenza di inquinamento ambientale (i motori sono situati nelle stazioni terminali allo scopo di azionare la fune e sono costituiti da gruppi sincroni alimentati a corrente elettrica).
4) Facile accessibilità alle cabine.
5) Sicurezza ed affidabilità del sistema.
6) Flessibilità del sistema alle variazioni della domanda di trasporto.
7) Finanziamenti reperiti e garantiti hanno consentito l'avvio dei lavori per la prima tratta.

Opportunità
1) Occasione per ridisegnare viabilità ed assetto urbanistico della Città attraverso la riqualificazione urbana di alcune zone ad oggi destinate ad un ingiustificato degrado.
2) Decongestionare la complessiva rete viaria sull'asse di riferimento dal traffico veicolare su gomma.
3) Occasione per disegnare un nuovo sistema di trasporto, integrato da nuovi percorsi pedonali meccanizzati e ciclabili nonché dalla possibilità di prevedere nuove aree adibite a parcheggio fuori dalla cinta urbana.

Minimetro S.p.A. - logo | Tutti i diritti riservati © 2005 Minimetrò S.p.A.